Nanotecnologie e nuovi materiali per la diagnosi precoce e la terapia personalizzata

Nanotecnologie e nuovi materiali per la diagnosi precoce e la terapia personalizzata



I risultati incoraggianti dello studio coordinato da Giuseppe Toffoli, del Centro di riferimento oncologico di Aviano, aprono la strada al possibile impiego di particolari molecole fluorescenti, chiamate nanopolimeri, come sensori per il controllo della concentrazione dei farmaci direttamente nel sangue.

Questa tecnologia potrebbe facilmente portare allo sviluppo di dispositivi portatili, a disposizione dei pazienti, per il monitoraggio di farmaci nel sangue. La ricerca è stata pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica Biosens Bioelectron.

RivistaBiosens Bioelectron, dicembre 2016

 

Le informazioni presenti in questa pagina non sostituiscono il parere del medico