20 milioni di euro all’anno per 9 programmi speciali di ricerca sulle metastasi, un risultato concreto del 5 per mille

20 milioni di euro all’anno per 9 programmi speciali di ricerca sulle metastasi, un risultato concreto del 5 per mille



Tre nuovi programmi speciali di ricerca, sostenuti da Fondazione AIRC, per lo studio delle metastasi, ancora oggi causa del 90 per cento delle morti per cancro.

Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro annuncia la partenza di tre nuovi programmi speciali sostenuti dal 5×1000, della durata di sette anni e dedicati allo studio delle metastasi. AIRC rafforza così l’impegno per affrontare la malattia metastatica, già al centro di altri sei programmi speciali 5×1000 attivati nel 2018. Il nuovo finanziamento di oltre sei milioni di euro porta così l’investimento annuo complessivo su questo fronte a superare i venti milioni di euro.

I programmi sono stati selezionati dopo la rigorosa valutazione tramite il metodo internazionale del peer review da parte di un gruppo di esperti internazionali. Uno dei criteri chiave per la scelta è stata la traslazionalità, ovvero la possibilità di tradurre rapidamente le scoperte della ricerca di base in strumenti utili alla clinica e ai pazienti, in un vero dialogo fra ricercatori di laboratorio e medici, affinché ciò che viene investigato dai primi risponda ai bisogni concreti dei secondi.

I coordinatori dei nuovi programmi speciali sono:

  • Maria Chiara Bonini, Università Vita-Salute San Raffaele e Ospedale San Raffaele, Milano. La ricerca che guiderà punta i riflettori sulle metastasi al fegato originate dai tumori del colon-retto e da quelli del pancreas. L’obiettivo è sviluppare prodotti terapeutici avanzati, basati sulle tecniche di terapia genica e cellulare che coinvolgono il sistema immunitario.
  • Stefano Piccolo, Università degli Studi di Padova. Il gruppo coordinato da Piccolo si concentra sulla comprensione delle caratteristiche fisiche e meccaniche delle cellule metastatiche del tumore della mammella.
  • Maria Rescigno, IRCCS Istituto Clinico Humanitas, Rozzano. Il programma speciale da lei coordinato è focalizzato sulla messa a punto di un vaccino terapeutico contro le metastasi da melanoma, sarcoma e osteosarcoma.

Da oggi e per i prossimi sette anni, una squadra eccezionale di scienziati composta da quarantuno gruppi di ricerca attivi in tutta Italia lavorerà al fianco dei tre coordinatori, creando così una nuova rete di collaborazione tra istituzioni scientifiche d’eccellenza del nostro Paese. Tutti i programmi 5×1000 AIRC prevedono valutazioni a tre e cinque anni per garantire ai donatori la massima efficacia dell’investimento.

 

Data: 23 maggio 2019

Le informazioni presenti in questa pagina non sostituiscono il parere del medico